“La Setta delle Tre Erre” ha tutti gli ingredienti del roman­zo noir, è ambientato a Torino,
tra le strade e le campagne di una città misteriosa, tra le bel­lezze severe di monumenti av­volti da un alone di magia nera.

Sandro e Katy, due giovani rappresentanti, si sono appena incontrati nella capitale pie­montese quando, all’improvvi­so, vengono catapultati in un susseguirsi di eventi inaspetta­ti, difficili da interpretare attra­verso una lettura razionale.
Dietro queste strane vicende si nasconde Vincenzo, un uomo malvagio e potente, capo su­premo di una setta satanica che svolge i suoi macabri rituali nei sotterranei del tempio della Gran Madre di Dio.
Un romanzo avvincente, ricco di colpi di scena, che vi terrà con il fiato sospeso.

Troviamo in questo libro una raccolta di racconti Noir avvincente, adeguata ad ogni lettore, pur se non prettamente amante di questo genere di lettura, in quanto le storie narrate in questi scritti, non portano alla “noia” ma liberano la fantasia in particolar modo nella particolarità che l’autore ,Stefano Uggè, ha nello scrivere le parti finali  dei racconti.

Una serie ,in sequenza, di letture che scorre fluida e accattivante, in descrizione delle varie città in cui le vicende si svolgono e prendono forma. Come anche gli ambienti , i personaggi, e i minimi particolari ben descritti insieme agli scenari .Ci troviamo quindi, in un contesto di vivibile lettura in tutti gli aspetti del libro. Ogni racconto è una città diversa, un posto diverso in cui vivere un’ avventura nonché la suspance che la accompagna ,e che diventa viva leggendola. In “Poche Storie” si  possono apprezzare eclatanti scene che spaziano tra realtà ,mistero, fiato sospeso, colpi di scena ed il surreale che appartiene al genere.

Ci possiamo trovare quindi con la bellissima ed angelica “Eleonora” , o con David , o ancora con … i personaggi sono tanti ,e tutti incisivi per la bellissima riuscita che si denota in questa raccolta.  Preferiamo il castello o …. la grande città caotica? O… ancora il paesino di provincia?  E se ci trovassimo di fronte ad un evento “impossibile” ma che può appartenere alla realtà ? In questo libro troviamo tutti i contesti in cui sono racchiuse storie ed avventure particolareggiate dalla capacità dell’autore di rendere tutto perfettamente ben incastrato , tra personaggi, luoghi e dialoghi, lasciando sicuramente anche ai lettori il potere della libera interpretazione anche di ogni singolo finale.